Home
Caravaggio a Porto Ercole
caravaggio

Caravaggio a Porto Ercole

Finisce sulla riva di spiaggia di Porto Ercole la storia incredibile di Michelangelo Merisi, in arte “Caravaggio”.

È incredibile la maestria che dimostra questo pittore nelle sue opere, sicuramente legato alla tradizione ma estremamente proiettato al futuro, forse troppo per essere compreso dalla sua epoca.

Una vita, quella di Caravaggio all’insegna della sregolatezza e degli eccessi, un male di vivere che si riscontra nelle sue opere, nell’utilizzo dei colori e della luce, nel rapporto luce-ombra, che si svilupperà in contrasti mai visti.

caravaggio

Molte volte non verrà capito, tanti saranno i committenti a rifiutare i suoi lavori ritenuti scandalosi e avvolte offensivi, che invece oggi rappresentano la pittura nella sua visione più alta. Il pittore interpreta personaggi sacri come semplice gente del popolo, con abiti moderni, con visi espressivi talvolta esposti al passare del tempo. Abbandonerà ben presto ogni richiamo a schemi prefissati, realizzerà tele dalla composizione spoglia dove è la sola luce la protagonista che tocca e colora le vesti dei santi.

È difficile esprimere a parole la sensazione di estesi davanti ai quadri di Caravaggio, il suo tesoro, che fino da ultimo hanno rappresentato la vita di questo personaggio. La salvezza, risiedeva proprio in due delle sue tele, il lascia passare per ottenere la grazia da Roma, dopo l’omicidio di un uomo a seguito di una rissa.

Arrivò da Napoli nel 1610, venne arrestato e incerato per 2 giorni, perché scambiato per qualcun’altro. Morì, cercando di recuperare i suoi averi sulle coste dell’Argentario, stremato dalla febbre. La grazia gli venne concessa, quasi come una beffa, qualche giorno più tardi.